San Pietro in Vaticano. I mosaici e lo spazio sacro

San Pietro in Vaticano. I mosaici e lo spazio sacro

Le caratteristiche della costruzione della basilica di San Pietro così come la conosciamo oggi - ricostruita durante il Rinascimento sulla sede originaria dell'antica basilica paleocristiana - sono strutturate in base a un sistema simbolico che fa riferimento alle origini della Cristianità e ai precetti della Riforma cattolica. L'elemento che caratterizza principalmente la "nuova San Pietro" è l'inedito simbolismo centrato sulla relazione che si instaura tra la cupola centrale, l'altare e la tomba del Santo.

La connessione di questi tre elementi innalza l'autentico asse verticale di incontro tra natura e sopranatura.

Un tale asse verticale incrocia quello orizzontale centrato sulla piazza antistante la basilica, circondata dal colonnato. Il simbolismo di ogni singola cappella è armonizzato con quello di tutte le altre, ma è nei mosaici che il messaggio di cui la basilica è portatrice si snoda in maniera estensiva. Troviamo mosaici nella cupola centrale, nelle cappelle laterali, nelle cupole delle singole cappelle e nelle pale d'altare; ettari di tasselli che generano il più esteso apparato musivo al mondo. L'intento di questo libro è condurre per mano il lettore attraverso l'armonia e la grandezza di questi mosaici, analizzando le tematiche che questi portano in scena. Introduzione del Card.

Angelo Comastri.

costituisce un tema iconografico che. Carlo Borromeo - Istruzioni sull’edilizia e la suppellettile ecclesiastica. San Colombano al Lambro è un'enclave (l'unica) della città metropolitana di Milano fra le province di Lodi e di Pavia. Nell’immenso transetto di San Pietro, i. Archeologia e Misteri alla ricerca della Verità. Ucronie paleocristiane. Nell’immenso transetto di San Pietro, i. Le tombe a tumulo, le piramidi, i mausolei, i. Nell’immenso transetto di San Pietro, i. La costruzione dell'attuale basilica di San Pietro fu iniziata il 18 aprile 1506 sotto papa Giulio II e si concluse nel 1626, durante il pontificato di Urbano VIII. – Liturgia alternativa – Il Vangelo secondo. La costruzione dell'attuale basilica di San Pietro fu iniziata il 18 aprile 1506 sotto papa Giulio II e si concluse nel 1626, durante il pontificato di Urbano VIII. L’immensa struttura, con ben cinque navate, fu altrettanto funzionale quanto la Basilica del Laterano. La rappresentazione dello svolgimento dell'anno attraverso figure, personificazioni o scene corrispondenti a ognuno dei dodici m. L'antico borgo agricolo sorse ai piedi dell. L'antica basilica di San Pietro in Vaticano, nota anche come basilica di Costantino, era ubicata a Roma, nell'area attualmente occupata dalla nuova. L’immensa struttura, con ben cinque navate, fu altrettanto funzionale quanto la Basilica del Laterano. L'antico borgo agricolo sorse ai piedi dell.