Il segreto di Gaudì

Il segreto di Gaudì

«Romanzo storico ma con qualcosa in più: una vena di follia artistica.» - Libero Ottobre 1874: Gabriel Camarasa è appena rientrato con la famiglia in una Spagna attraversata da guerre civili e lotte dinastiche dopo aver trascorso diversi anni in esilio a Londra. Frequenta l'Università di Architettura di Barcellona dove incontra un ragazzo del secondo anno: Antoni Gaudì. Ne diventa amico, ma per tanti versi Gaudì resta un mistero per Gabriel: le sue conoscenze nell'ambito dell'architettura sono decisamente superiori a quelle degli studenti più brillanti e inoltre gli interessi di Antoni spaziano nei campi più vari, dall'esoterismo alla fotografia, dalla botanica ai quartieri malfamati della città. E quando la vita dei due amici viene sconvolta da un omicidio, le domande che si pone Gabriel si fanno più pressanti: dove passa le notti Gaudì quando di lui si perdono le tracce? Perché sembra conoscere così bene i bassifondi di Barcellona e frequenta individui così poco raccomandabili? Quale segreto conosce che potrebbe portare addirittura alla distruzione della celebre Cattedrale del Mare?

Il calvario di Roberto di Iorio, che ha bisogno di aiuto, un appello rivolto ai lettori; LA SCUOLA PUBBLICA COME ORGANO COSTITUZIONALE DELLA DEMOCRAZIA. Il racconto delle vacanze.

Questa pagina è stata visitata per un totale di 265305 volte Dall'inizio dell'attivazione di questo servizio Il Natale ci ha già mostrato la Sacra Famiglia raccolta nella grotta di Betlemme, ma oggi siamo invitati a contemplarla nella casetta di Nazareth, dove Maria e Giuseppe sono intenti a far crescere, giorno dopo giorno, il fanciullo Gesù. Un libro è un insieme di fogli, stampati oppure manoscritti, delle stesse dimensioni, rilegati insieme in un certo ordine e racchiusi da una copertina. 1. Tra le mie passioni, oltre ai viaggi, la letteratura, la musica sperimentale, la Fiorentina e la buona cucina. Il cavaliere Cioffi Michele ti dà il benvenuto. Essa si articola in cinque principali fiumi: quattro di essi, il Tago, il Duero, il Guadalquivir e il Guadiana, seguendo la naturale inclinazione verso W della Meseta, si rivolgono all'Atlantico, svolgendo tutti (Guadalquivir escluso) il. di Federica Pagliari. Laura Pausini: “fatti sentire” è il mio mantra Un nuovo disco, un tour che la porta dal Circo Massimo di Roma a Cuba, ma la sua Romagna è sempre con lei, anche se vive dall’altra parte del mondo Il Rinascimento fu l'epoca determinante per la nascita delle biblioteche in senso moderno. Quando s’incontra un reperto archeologico il cui significato è controverso di solito si fa riferimento al luogo dove esso è stato rinvenuto per ricostruirne il senso, una datazione certa e, di conseguenza, la sua destinazione d’uso.

Questa pagina è stata visitata per un totale di 265305 volte Dall'inizio dell'attivazione di questo servizio Il Natale ci ha già mostrato la Sacra Famiglia raccolta nella grotta di Betlemme, ma oggi siamo invitati a contemplarla nella casetta di Nazareth, dove Maria e Giuseppe sono intenti a far crescere, giorno dopo giorno, il fanciullo Gesù. Il libro è il veicolo più diffuso del sapere. Un importante impulso a tale cambiamento fu dato dallo spirito umanistico che, patrocinato dai varii signori rinascimentali, fece nascere le prime biblioteche 'laiche', come la Malatestiana di Cesena, la Estense a Ferrara (poi trasferita a Modena), la. Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato. Il libro è il veicolo più diffuso del sapere. Metodologie per identificare un reperto archeologico e il mistero del Sator. Metodologie per identificare un reperto archeologico e il mistero del Sator. Un libro è un insieme di fogli, stampati oppure manoscritti, delle stesse dimensioni, rilegati insieme in un certo ordine e racchiusi da una copertina. Nella vita faccio il redattore editoriale e il copywriter, e ho alle spalle alcune pubblicazioni di poesia. di Federica Pagliari.